Switch to

Barolo DOCG Bussia Dardi Le Rose

Barolo DOCG Bussia Dardi Le Rose

Dardi le Rose

Una sinfonia di aromi per un maestoso Barolo “classico”, complesso ed armonioso, fruttato ed elegante, con una grande potenzialità di invecchiamento.

La sottozona Dardi di Bussia è storicamente considerata come uno dei grandi cru di Barolo. Viene citata, tra l’altro, nella “Monografia sulla Viticoltura ed Enologia nella Provincia di Cuneo” di L. Fantini del 1880 e nell’Atlante delle Grandi Vigne di Langa edito da Arcigola Slow Food, tra le posizioni più qualificate.

Barolo DOCG Bussia Dardi Le Rose

Dardi le Rose

Una sinfonia di aromi per un maestoso Barolo “classico”, complesso ed armonioso, fruttato ed elegante, con una grande potenzialità di invecchiamento.

La sottozona Dardi di Bussia è storicamente considerata come uno dei grandi cru di Barolo. Viene citata, tra l’altro, nella “Monografia sulla Viticoltura ed Enologia nella Provincia di Cuneo” di L. Fantini del 1880 e nell’Atlante delle Grandi Vigne di Langa edito da Arcigola Slow Food, tra le posizioni più qualificate.

Barolo-Bussia_Tenuta-Dardi-le-rose_Monforte_Langhe

All’origine delle menzioni geografiche

Bussia rappresenta concettualmente il punto di origine del significato stesso di cru di Langa. Parte infatti da qui l’idea di Beppe di vinificare e separatamente le uve provenienti da diverse zone del Barolo che, fino ad allora, venivano trasformate in vino in un’unica massa. Bussia ha ispirato quindi, una vera rivoluzione concettuale nel modo di interpretare l’identità del Barolo. Oggi Bussia è una delle menzioni geografiche dall’estensione maggiore, che nel passato l’area era circoscritta ad un territorio ben più ridotto.

Scopri le tenute e i vigneti
Barolo_Bussia
Info

Vitigno: Nebbiolo 100%

Anno di impianto: 1970 - 1985

Note degustative: Rosso granato intenso, ampio ed elegante bouquet delicatamente speziato, con sentori di fiori, piccoli frutti rossi e goudron. Al palato struttura opulente sostenuta da tannini morbidi, rivestiti di frutta matura e liquirizia. Un “maestoso” nebbiolo tradizionale con la potenza, l’armonia e la complessità di una grande orchestra! Straordinaria capacità di invecchiamento. Perfetto l’abbinamento con piatti di carni rosse e selvaggina da pelo, ma anche per piatti di pesce molto ricchi, tipo il rombo al forno, piuttosto che per una cena a base di formaggi ricercati.

Temperatura di servizio: 15 / 17° C. Calice molto ampio. Consigliabile scaraffare al momento del consumo per opportuna aerazione

Cantina

Raccolta manuale, diraspatura, pigiatura, macerazione con le bucce per 12/15 giorni alla temperatura massima di 30° circa, fermentazione malolattica completa prima dell'inverno. In primavera passa in botti di rovere per un periodo tra i 24 e i 28 mesi.

Tenore in alcol: 13-14 % vol.

Acidità totale: 5-5,5 gr./l. ac. tartarico

Estratto secco: 27-30 gr./l.

Scopri tutta la gamma

I nostri vini